La cultura ciclistica francese

Le montagne sono più aspre che in Italia

Dopo un fine settimana così meraviglioso e rilassante, grazie Èric, lunedì mattina ci vuole un po’ per riprendere il ritmo giusto. Una volta fuori Nizza e con una salita di 15 km davanti, mi sentivo già bene. Le montagne qui hanno un carattere un po’ più aspro. Meno boschi e pendii particolarmente ripidi. Era di nuovo bello e caldo. Ciò che colpisce è che il numero di ciclisti qui è molte volte maggiore che in Italia. Questo mi ha offerto l’opportunità di agganciarmi e pedalare a un ritmo leggermente più alto di quello a cui ero abituato. Beh lo sapevo. Non potevo sdraiarmi di notte. Ogni posizione causava disagio. Non lo sapevo, ma mi è stato detto che bisogna confrontare il ciclismo in Francia con il golf in Inghilterra e in America. Lo fai per poterti consultare con i rapporti d’affari in modo rilassato.

Il mio auberge era in un villaggio molto piccolo ed è stato costruito sulla strada. Il “Mairie”, municipio, è nello stesso edificio. Dalla sala da pranzo vedevo il proseguimento del mio percorso.

La mattinata di martedì è iniziata con nuvole molto sottili, quindi la temperatura non è salita oltre i 22 gradi. Delizioso. Poco dopo le 12 è apparso il Lac de Castillion. Dall’alto sembra molto bello con quell’acqua verde. È un serbatoio e contiene 150.000.000 m3 di acqua.

Negli ultimi 2 giorni c’è stato un po’ meno interesse per Cycle-for-Retinoblastoma,

Dit vind je misschien ook interessant: